I cookie aiutano a fornire servizi di qualità. Navigando su questo sito accetti il loro utilizzo. Informazioni
GARE RIFIUTI E AVVALIMENTO

25 luglio 2013
GARE RIFIUTI E AVVALIMENTO

Il Tar Campania con la sentenza del 4 luglio 2013 n. 5153 dichiara legittimo che una ditta in possesso del requisito dell'iscrizione all'albo dei gestori ambientali, lo presti a un'altra ditta, con l'avvalimento, per consentirle di partecipare a un appalto pubblico per l'affidamento del servizio di gestione integrata dei rifiuti da parte di un comune.
Nel caso specifico, uno dei requisiti di partecipazione riguardava il possesso dell'iscrizione all'albo dei gestori ambientali, elemento per il quale una ditta aveva fatto ricorso all'avvalimento.
In pratica, il ragionamento che fa il Tar campano è che, come è consentito l'avvalimento per l'attestazione Soa, analogamente deve essere ammesso anche per l'iscrizione all'Albo dei gestori ambientali. Pertanto la ditta (ausiliaria) che possiede il requisito dell'iscrizione all'albo e lo presta consente al soggetto privo dei requisiti richiesti dal bando, di concorrere alla gara avvalendosi dei propri requisiti, con esclusione, ovviamente, dei requisiti di idoneità e di professionalità personali che sempre devono essere documentati e provati.
Di contro, si segnala tra le procedure curate dalla centrale di committenza consortile in linea con la successiva pronuncia del TAR, la procedura di affidamento “Servizi di raccolta, trasporto, recupero e smaltimento dei rifiuti solidi urbani, gestione raccolta differenziata e pulizia strade ed aree pubbliche nel Comune di Lacco Ameno (NA)”. La procedura si è svolta in modalità integralmente telematica sulla piattaforma www.asmecomm.it. Il Bando di gara prevedeva tra i requisiti di partecipazione in capo alle ditte l’iscrizione all'Albo Gestori Ambientali per la categoria 1 (classe F o superiore), categoria 4 (classe F o superiore), categoria 5 (classe F o superiore). Una delle ditte concorrenti, in possesso dell’iscrizione all’Albo per la categoria 1, si è avvalsa di altra società in possesso del requisito dell’iscrizione alle Categorie 4 e 5, presentando idoneo contratto di avvalimento. Quindi, perfettamente in linea con la successiva pronuncia del TAR campano esaminata, l’Autorità di Gara nella persona del RUP Ing. Crescenzo Ungaro, supportato dalla struttura della Centrale di Committenza, ha consentito alla ditta concorrente di partecipare regolarmente alla gara.